Per te notizie e consigli sui più rilevanti trend sulla business intelligence e l’analisi dati avanzata del 2021

Gli ultimi 10 anni, sono stati anni rivoluzionari per la Business Intelligence.

I dati hanno conquistato spazio e rilevanza, la loro modalità di fruizione e lettura si è evoluta: il cloud, strumenti sempre più performanti e dashboard interattive hanno portato in secondo piano i fogli di calcolo classici aprendo la porta ad un mondo affascinante ed accessibile. L’analisi dati, facilitata da strumenti  sempre più intuitivi, si è democratizzata tanto da non essere più solo prerogativa degli analisti più esperti.

Il 2020 è stato un anno importante che ha, per certi versi, dato una spinta alla digitalizzazione della società e quindi anche all’utilizzo di strumenti più adatti a gestire ed analizzare i flussi di informazioni. Questo trend caratterizza anche il 2021 e, in generale, il futuro futuro della business intelligence.

Nel futuro gli strumenti e le strategie della BI diventeranno sempre più personalizzati: le aziende, piccole e grandi, non si chiederanno più se hanno bisogno di strumenti per analisi di business intelligence, ma quali sono le migliori soluzioni per la loro specifica attività


In questo articolo, quindi, esploriamo le
tendenze emergenti da tenere d’occhio.

Quali sono le maggiori preoccupazioni delle aziende? Cosa si chiede chi deve gestire un business? Domande legittime a cui cercheremo di dare una risposta lungo l’articolo.

Innanzitutto, le aziende, non si chiedono più se le visualizzazioni dei dati migliorino le analisi. Questo fatto è dato per assodato, piuttosto si interrogano su quale sia il software o lo strumento BI migliore per raccontare la storia dei dati a disposizione.

Sicurezza dei dati, scoperta dei trend nascosti, necessità di dati puliti e protetti o di presentazioni e dashboard semplici ma potenti ed efficaci, business intelligence collaborativa e intelligenza artificiale. Andiamo ad esplorare tutti questi aspetti nel dettaglio.

I 10 trend Business Intelligence 2021

Ricapitoliamo prima di partire in questo avventuroso viaggio nel futuro.
Le 10 principali tendenze di analisi dati avanzata e business intelligence di cui parleremo nel 2021:

Intelligenza artificiale


Partiamo dal legame della business intelligence con l’AI, una delle principali tendenze inserita anche da Gartner nel rapporto Strategic Technology Trends 2021.

L’intelligenza artificiale (AI) è la scienza che mira a far eseguire alle macchine ciò che, di solito, viene fatto dall’intelligenza umana complessa. Nonostante abbia dato vita a coloriti film e saghe che la dipingono come grande nemico-amica della razza umana (Skynet in Terminator, The Machines of Matrix o il Master Control Program di Tron), l’IA non è ancora sul punto di distruggerci. Da annotare, però, il grosso dibattito sulla materia tra rinomati scienziati e imprenditori tecnologici che riguarda gli aspetti etici dell’argomento. Il dibattito è sano e, anche giusto, perchè l’intelligenza artificiale influenzerà le nostre vite nel prossimo  futuro, che ci piaccia o no. 

L’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico, infatti, stanno rivoluzionando il modo in cui interagiamo con l’analisi e la gestione dei dati, allo stesso tempo è necessario tenere conto dell’incremento delle misure di sicurezza.

L’AI integrata nelle soluzioni BI offre, è il miglioramento delle capacità di fornire approfondimenti e utili insight analizzando i set di dati a disposizione in modo automatico. Dal punto di vista del business, è necessario solamente settare i requisiti a monte del processo una sola volta: scegli l’origine dei dati da analizzare, la variabile (ad es. entrate) su cui deve concentrarsi l’algoritmo, esplicitare la frequenza. I calcoli verranno eseguiti in modo automatico secondo le indicazioni fornite. In cambio, i dati restituiti saranno organizzati e facilmente utilizzabili: crescita, tendenze, previsioni, driver di valore, correlazioni dei segmenti chiave, anomalie e analisi what-if già organizzati in report e dashboard navigabili.

Un incredibile guadagno di tempo! Quello che, normalmente, viene gestito da un data scientist verrà eseguito da uno strumento in grado di fornire dati comprensibili ed accessibili a tutti gli utenti aziendali anche senza un forte background IT.

Il guadagno di tempo prende anche la forma degli assistenti di AIGli strumenti di analisi dati hanno cominciato ad offrire funzionalità di intelligenza artificiale che consentono agli utenti di comunicare con il software in un linguaggio semplice: l’utente digita una domanda o una richiesta e l’IA genera la migliore risposta possibile.

Scopri iGenius, il consulenti virtuali che usa l'AI

scopri di più!

Il Data Storytelling permette di democratizzare l’accesso ai dati, rendendoli comprensibili ed accessibili anche agli utenti non tecnici. Trasformare i dati in informazione permette di prendere le decisioni migliori!

I consulenti virtuali, come iGenius, sono dei grandi alleati perché utilizzano tecnologie all’avanguardia – come la virtualizzazione dei dati, l’AI, il machine learning, il cloud e le nuove competenze tecniche in ambito di NPL – per trasformare i dati a disposizione in informazioni real time.

Ti interessa? Scopri i nostri articoli sulla BI conversazionale.

WEBINAR iGenius e la Next Gen BI

Rivedi il webinar

Utilizzare i dati per semplificare i processi e gestire il cambiamento. Ne abbiamo parlato con: iGenius, startup ormai affermata a livello internazionale, Stefania Padoa Change Management & Organizational Designer, Sergio Caredda di VF Corporation, Emanuele Quintarelli esperto di evoluzione delle organizzazioni.

Come può un’organizzazione cavalcare il cambiamento e non subirlo? Qual è il futuro della digital transformation nella collaborazione e nel lavoro? A queste e molte altre domande troverai risposta nel nostro evento.

Ti interessa? Rivedi il nostro webinar. 

I dati generati nel business sono sempre di più e le tendenze in atto ( come l’arrivo dell’Internet of Things) genereranno una quantità ancora più incalcolabile di dati. è chiaro che l’analisi statistica e la gestione dei dati saranno in cima alle priorità del mercato. Tuttavia le aziende stanno già guardando oltre e l’analisi predittiva è un’altra tendenza da monitorare attentamente.

Un altro fattore nel futuro della business intelligence sfidare l’IA. Cosa significa? Esattamente un duello: un’intelligenza artificiale creerà un’immagine realistica e un’altra proverà a determinare se l’immagine è artificiale o meno.

Questo concetto, chiamato generative adversarial networks (GAN), può essere utilizzato nei processi di verifica online, allo stesso modo del CAPTCHA. Se il duello si verifica più volte, come in un allenamento  l’IA può diventare più intelligente, imparare e rompere quel tipo di sistemi di sicurezza online. I giganti della tecnologia utilizzano l’intelligenza artificiale in molti modi diversi alternandola al machine learning e dovremmo tenere d’occhio questo processo nel 2021.

Sicurezza dei dati

La sicurezza dei dati e delle informazioni è stata sulla bocca di tutti nel 2020 non ci abbandonerà nel 2021.

L’implementazione di normative sulla privacy come il GDPR (General Data Protection Regulation) nell’UE e il CCPA (California Consumer Privacy Act) negli Stati Uniti hanno stabilito elementi costitutivi per la sicurezza dei dati e la gestione delle informazioni personali degli utenti.

Inoltre il recente aggiornamento, da parte della Corte di giustizia europea, del quadro giuridico denominato Data Privacy Shield non ha reso la vita delle società di software più facile. Il Data Privacy Shield era un quadro giuridico che consentiva alle aziende di trasferire dati dall’UE agli Stati Uniti ma, i recenti sviluppi legali, hanno cambiato il processo: le aziende con sede negli Stati Uniti non hanno il diritto di trasferire i dati fuori dall’UE.

In realtà, si tratta di una situazione simile quella che c’era nel 2015, quando l’UE e gli Stati Uniti non hanno avuto un accordo valido per un periodo di tempo. Alcune aziende di software con sede negli Stati Uniti si difendono sostenendo di utilizzare server europei e che non ci sia alcun trasferimento fuori dai confini. Eppure, da un punto di vista legale, questa difesa è fragile perchè, in teoria, la magistratura statunitense può, legalmente, costringere una società con sede negli Stati Uniti a rivelare i dati dei suoi server, anche quelli con sede nell’UE.

In sostanza, i dati che si trovano nell’UE devono rimanere nell’UE. In pratica, ciò significa che le aziende con sede in EU che utilizzano, nella situazione attuale, fornitori di software con sede negli Stati Uniti stanno correndo rischi poiché operano in un’area grigia. 

Questo è solo un esempio per dire che la spesa mondiale per prodotti e servizi di sicurezza informatica aumenterà del 2,4% rispetto allo scorso anno (e raggiungerà i 123,8 miliardi di dollari).

Una ricerca Gartner indica i principali driver della spesa per la sicurezza globale:

  • cloud security +33,3% nel 2020 rispetto al 2019
  • data security +7,2 nel 2020 rispetto al 2019
  • application security +6,2% nel 2020 rispetto al 2019

Poiché i data breach sono in esponenziale aumento e hanno popolato in modo costante la sezione delle notizie e i pensieri delle aziende la crescita nella domanda di prodotti e servizi di sicurezza è comprensibile.

Ti interessa il tema della sicurezza? Leggi i nostri approfondimenti!

Database administration: perché è fondamentale prendersi cura dei database

Leggi l’articolo

Sicurezza database: è tempo di pensare seriamente a come proteggere i dati

Leggi l’articolo

Data Discovery

Un sondaggio condotto dal Business Application Research Center ha elencato la Data Discovery tra le due principali tendenze di business intelligence. In generale, le ricerche in campo business intelligence dimostrano che l’empowerment delle competenze aziendali in materia BI è una tendenza forte e costante.

Un elemento essenziale da considerare è che gli strumenti di Data Discovery dipendono da un processo e che i risultati generati porteranno valore aggiunto all’azienda. La Data Discovery è, infatti, un processo che richiede la comprensione della relazione tra i dati sotto forma di preparazione degli stessi, della loro analisi visiva e analisi avanzata.

Il Business Application Research Center sottolinea  “L’elevata domanda di strumenti di raccolta dei dati riflette un enorme cambiamento nel mondo della BI verso un maggiore utilizzo dei dati e una maggiore estrazione di informazioni

Un modo per farlo è utilizzando gli strumenti online di Data Discovery che, infatti, stanno diventando sempre più richiesti perchè rispondono alle esigenze del business. I software di maggior valore aziendale sono:

  • di facile utilizzo
  • agile e flessibili
  • riducono il tempo richiesto per avere approfondimenti
  • consentono di gestire facilmente una elevata e variegata quantità di dati

Avere degli strumenti di Business Intelligence che permettano di scoprire tendenze nascoste e consentano azioni immediate di fronte ad ’anomalie non facilmente rilevabile sono strumenti necessari, imprescindibili per la gestione efficace di aziende di tutte le dimensioni.

Se vuoi approfondire l’argomento ascolta la nostra puntata di Mirradio dedicata!

Mirradio, pillole di innovazione

Ascolta la puntata

Puntata 10 | Cruscotti fantastici e come realizzarli

Per evitare di creare cruscotti di analisi degni della strega cattiva Alessio Campagnolo, BI specialist di Miriade, ci accompagna nel bosco tra KPI e grafici. In questa puntata troverai  7 piccoli consigli per una BI da favola (ed evitare la mela avvelenata)!

SaaS BI

Una delle tecnologie di business intelligence che ha visto un grande cambiamento nell’ultimo anno e che continuerà a modellare il modo in cui eseguiamo le attività aziendali è, ovviamente, SaaS. Il futuro dell’analisi aziendale risiede nella possibilità di eseguire analisi proprie, con strumenti accessibili indipendentemente dal luogo e in grado di adattarsi alle condizioni di lavoro attuali e future.

La pandemia ha dimostrato che il lavoro a distanza sta diventando una norma, soprattutto per le aziende che non hanno bisogno dell’interazione umana quotidiana per svolgere le attività quotidiane. Molte aziende si sono rivolte a SaaS BI per ottenere maggiore flessibilità e accedere ai dati sul cloud, da qualsiasi dispositivo. Tali tecnologie, che consentono lo spostamento dei dati e l’accesso da più luoghi continueranno a crescere come una delle tendenze di business intelligence più importanti nel 2021.

Andrà tenuto sott’occhio perchè il passaggio dalle impostazioni di lavoro tradizionali alle opportunità del lavoro da remoto dovrà comunque consentire alle persone di accedere alle analisi e questo può avvenire con l’aiuto di SaaS. Infatti, SaaS sta diventando il migliore amico dei team che collaborano da remoto e che hanno bisogno di soluzioni per ottimizzare i processi aziendali eliminando i colli di bottiglia.

Se questa non è del tutto una sorpresa, rimane il fatto che una tecnologia di business intelligence ben sviluppata può aiutare le aziende in molti modi e garantire una crescita sostenibile, di cui abbiamo sicuramente bisogno in questi tempi incerti.

Strumenti di analisi predittiva e prescrittiva

La business analysis di domani è focalizzata sul futuro e cerca di rispondere alle domande: cosa succederà? Come possiamo farlo accadere? Di conseguenza, l’analisi predittiva e prescrittiva sono le tendenze di analisi aziendale più discusse tra i professionisti della BI.

L’analisi predittiva è la pratica di estrarre informazioni da set di dati esistenti al fine di prevedere le probabilità future. È un upgrade del data mining che, invece, si riferisce solo a dati passati. L’analisi predittiva include dati futuri stimati e, quindi, include sempre la possibilità di errori, sebbene questi diminuiscano man mano che il software che gestisce grandi volumi di dati oggi diventa più intelligente ed efficiente.

L’analisi predittiva indica cosa potrebbe accadere in futuro con un livello di affidabilità accettabile, inclusi alcuni scenari alternativi e la valutazione del rischio. 

Applicata al business, l’analisi predittiva viene utilizzata per analizzare dati attuali e fatti storici al fine di comprendere meglio clienti, prodotti e partner e per identificare potenziali rischi e opportunità per un’azienda.

L’analisi predittiva sarà sempre più richiesta ed accessibile a tutti oltre che aiutare i manager nella gestione di aree sempre più ampie dell’azienda.

L’analisi prescrittiva fa un ulteriore passo nel futuro. Esamina i dati o il contenuto per determinare quali decisioni dovrebbero essere prese e quali passi intraprendere per raggiungere l’obiettivo prefissato.

L’analisi prescrittiva è caratterizzata da analisi di grafici, simulazioni, elaborazione di eventi complessi, reti neurali, motori di raccomandazione, euristica e apprendimento automatico. Questa analisi cerca di vedere quale sarà l’effetto delle decisioni future al fine di regolare le decisioni prima che vengano effettivamente prese. Questo migliora il processo decisionale, poiché anche i risultati futuri vengono presi in considerazione nella previsione. 

L’analisi prescrittiva può, ad esempio, aiutare ad ottimizzare la pianificazione, la produzione, l’inventario e la progettazione della catena di approvvigionamento per fornire ciò che i clienti desiderano nel modo migliore per entrambi.

Queste sono alcune delle tendenze della business intelligence 2021 di cui sentiremo parlare di più.

Se vuoi approfondire l’argomento ascolta la nostra puntata di Mirradio dedicata!

Mirradio, pillole di innovazione

Ascolta la puntata

Puntata 8 | Analisi predittiva

Non affidarti alla fortuna, con l’analisi predittiva puoi sfruttare l’informazione del passato e del presente per immaginare il futuro.

Damiano Sette, Data Scientist di Miriade, ci accompagna a scoprire i vantaggi delle predittive nel nuovo episodio di Mirradio.

Analisi dati in real-time

La necessità di dati in real-time si è enormemente evoluta quest’anno e continuerà a farlo nel 2021. Con l’arrivo della pandemia abbiamo visto come la necessità di aggiornamenti accurati e in tempo reale sono fondamentali nello sviluppo di strategie adeguate in risposta a situazioni impreviste o emergenziali.

La maggior parte degli Stati ha utilizzato i dati per prendere le migliori decisioni possibili. L’accesso in tempo reale ai dati è diventato quasi scontato nella vita di tutti i giorni, non solo per le aziende, ma anche per il pubblico in generale. Infatti è grazie a questa tecnologia se possiamo vedere conferenze stampa con informazioni, grafici e statistiche recenti che hanno anche definito alcune delle strategie implementate contro la pandemia.

Ma non solo governance della cosa pubblica: la creazione di analisi ad hoc ha consentito alle aziende di rimanere al passo con i cambiamenti e adattarsi alle immense sfide che quest’anno ha riservato a tutti. Nel business puro, il trend sarà simile: le previsioni e gli allarmi saranno utilizzati molto di più per sviluppare risposte immediate e strategie aziendali adeguate alle sfide future. 

Inoltre, l’implementazione di dashboard con dati in real-time aiuterà le aziende ad accedere immediatamente alle informazioni rilevanti sull’attività e ridurrà i tempi di reazione in caso di problemi.

Avere dati aggiornati è sempre più importante e strategico e, poichè il mondo è cambiato, anche le aziende devono adattarsi. Implementare strumenti di analisi in real-time è un asset che serve per avere una marcia in più negli affari.

Scopri le nostre competenze in quest’area!

Business Intelligence in real-time di Miriade

Scopri i nostri servizi

Le nostre competenze in ambito data integration e data ingestion

Grazie alla business intelligence in real time è possibile ricevere analisi con aggiornamenti costanti sull’andamento di tutte le attività dell’azienda. Un vantaggio assoluto per ogni decisore aziendale che, in questo modo, ha la capacità di orientare in modo preciso e rapido le scelte di business.

Business intelligence collaborativa

Oggi, manager e lavoratori si trovano ad interagire e collaborare in modo diverso. Per rispondere a questa tendenza vediamo nascere un nuovo tipo di business intelligence: la BI collaborativa. La business intelligence collaborativa è una combinazione di strumenti di coworking, inclusi social media e altre tecnologie 2.0, con strumenti di BI online. 

Questi strumenti si sono maggiormente sviluppati in un contesto globale di collaborazione rafforzata che, però, rappresenta le nuove sfide che il business sarà chiamato ad affrontare.

Quando si parla di BI collaborativa, il termine “BI self-service” viene spontaneamente alla mente. Gli strumenti self-service non richiedono un team IT per accedere, interpretare e comprendere tutti i dati ma semplificano la condivisione dei report automatici tra risorse e tra decisori aziendali.

Per esempio; consentono di impostare avvisi, condividere dashboard pubbliche o incorporarle in reportistica pur mantenendo un alto livello flessibile di interattività. Tutte queste possibilità sono accessibili su tutti i dispositivi, migliorando i processi decisionali e la risoluzione dei problemi.

La collaborazione, il miglioramento delle informazioni e il processo decisionale collettivo sono il fulcro delle nuove soluzioni di BI. Ma la BI collaborativa non riguarda solo gli scambi o gli aggiornamenti di alcuni documenti, deve anche tenere traccia dei vari progressi fatti durante le riunioni, chiamate, scambi di e-mail e momenti di raccolta idee. 

Studi recenti prevedono che la business intelligence collaborativa diventerà più connessa a sistemi più grandi di collaborazione aziendale coinvolgendo gruppi più ampi di utenti.

Se vuoi approfondire l’argomento ascolta la nostra puntata di Mirradio dedicata!

Mirradio, pillole di innovazione

Ascolta la puntata

Puntata 14 | Creare dashboard che gli utenti useranno

Gli strumenti di collaborazione della BI partono dall’implementazione di dashboard user centered. Chi le utilizzerà, non solo tecnici, analisti e Bi Specialist, saranno le figure business e non tecniche che hanno la necessità di monitorare velocemente i principali #KPI legati alla loro attività.
In questa puntata di Mirradio  @Leonardo Danzo, BI specialist Miriade, ci darà qualche consiglio per creare dashboard convincenti e facili da comprendere.

BI mobile

La business intelligence mobile sta diventando sempre più incorporata nelle soluzioni di BI e il prossimo anno la tendenza non perderà di certo la sua importanza. In effetti, è una delle tendenze emergenti più importanti nella business intelligence identificata da quasi 3000 professionisti del settore dalla ricerca intervistati dal Business Application Research Center.

Il prossimo anno vedremo ancora più fornitori e soluzioni di BI che avranno questa opzione all’interno dei loro software, come le moderne dashboard mobile.

Ma non solo i fornitori, le aziende implementeranno anche soluzioni mobile e le utilizzeranno per i numerosi vantaggi associati:

  • accedere alle informazioni in qualsiasi momento
  • in qualsiasi luogo, in treno o in spiaggia
  • in real time

La presenza fisica in un ufficio sarà meno necessaria e questo sta influenzando anche il settore della BI. La BI mobile consente alle aziende di avere accesso ai propri dati sempre garantendo reazioni più rapide a qualsiasi evento e offrendo maggiore libertà agli utenti (per esempio i commerciali) che non sono in ufficio ma hanno bisogno di accedere a informazioni aziendali anche in movimento.

Questa è una delle tendenze del mercato della business intelligence che non si fermerà presto, anzi si prevede che crescerà del 22,43% entro il 2024.

Sebbene ci siano sfide legate al CX e alla UX (come dimensioni e design dello schermo limitati dell’interfaccia), il mobile rimarrà senza dubbio uno dei trend Business Intelligence 2021.

Data Automation

Il tema della business intelligence non sarebbe completo senza parlare dell’automazione nell’analisi datiUn bisogno reale delle aziende è individuare soluzioni moderne per l’automazione dell’analisi dati che sia in grado di gestire enormi volumi di informazioni. Infatti, oggi, decine di strumenti e fonti disparate sono ancora un collo di bottiglia per molte aziende che si avventurano in questa direzione.

La business intelligence ha trovato delle soluzioni e dei metodi che consentono agli utenti di scoprire, analizzare, misurare, monitorare e valutare tutti i dati di un’azienda su larga scala. L’iperautomazione è uno degli strumenti che Gartner prevede esploderà nel prossimo anno.

Tra i trend 2021 sempre maggiori possibilità di automazione che abbattono le barriere tra data scientist e gli utenti aziendali. Questo scenario può includere report intelligenti con analisi predittive e rapporti personalizzabili, senza l’aiuto del reparto IT. D’altra parte, i data scientist gestiranno ancora analisi complesse in cui è necessario lo scripting e la codifica manuali.

Affrontiamo ora l’ultimo dei trend  business intelligence 2021!

Analisi Incorporata

Quando l’analisi dei dati avviene all’interno del flusso di lavoro di un utente si parla di l’analisi incorporata. Le aziende hanno riconosciuto il valore di integrare varie soluzioni di BI (come dashboard o report KPI) nei propri applicativi: migliorano i processi decisionali e aumenta la produttività.

In passato le aziende si trovavano strangolate dai fogli di calcolo, oggi di fronte all’utilizzo della BI incorporata negli strumenti interni si sono rese conto degli enormi vantaggi e del valore aggiunto di questa soluzione.

Dipartimenti e titolari di aziende sono alla ricerca di soluzioni professionali per presentare i propri dati senza la necessità di creare un proprio software. Semplicemente eliminando il branding dall’applicazione scelta, le organizzazioni possono ottenere una presentazione e un report raffinati pronti da affrire agli stakeholders.

Questa è uno dei trend business intelligence 2021 che può essere implementata immediatamente poiché molti fornitori offrono già questa opportunità garantendo funzionamento e supporto in caso di problemi.

Miriade lavora da anni al fianco delle aziende per aiutarle ad avere database sicuri e proteggerli da attacchi sia interni sia esterni
Per scoprire tutto quello possiamo fare per supportati nella gestione della sicurezza dei database, visita l’area dedicata del nostro sito!

Nelle prossime settimane continueremo a dedicarci al mondo dei database, andando ad analizzare nel dettaglio tutti i principali aspetti della loro gestione.
Per non perderti nulla seguici sui nostri canali social, Facebook, Linkedin e Instagram e iscriviti alla nostra newsletter.