Blog

  • +
    Mitigare l’impatto del Coronavirus: consigli per gli IT
  • +
    Webinar: Non farti fermare dal virus, scopri lo smart working con G Suite | giovedì 26 marzo
  • +
    AWS a supporto delle zone rosse
  • +
    Smart working, ma come?
  • +
    Smart working: come sta cambiando il mondo del lavoro con la digital trasformation
  • +
    Trend BI 2020: le analytics non bastano più
  • +
    Cloud 2020: le tendenze principali
  • +
    Le tendenze DevOps per il 2020
  • +
    Il 2020 del Machine Learning e dell’Intelligenza Artificiale
  • +
    Il 2019 di Miriade
  • +
    I trend IT del 2020
  • +
    AWS Transformation Day. Il racconto dell’evento

On-premise o in cloud, nessuna differenza per la sicurezza

By Luca Zanetello 8 mesi fa

I servizi dei principali provider cloud come Google Cloud o Amazon Web Services sono fortezze che ogni giorno resistono ad attacchi sempre più aggressivi e massicci, grazie agli elevati standard di sicurezza e al continuo aggiornamento dei sistemi.

Nonostante questa garanzia di elevata protezione, oggi sono ancora molte le aziende che ritengono la nuvola molto meno sicura rispetto alle soluzione on-premise, nonostante molti addetti ai lavori ribadiscono che, in un mondo iperconnesso e smartificato come quello di oggi, concettualmente non c’è differenza tra modelli on premise o in cloud.

L’importanza di avere sistemi di sicurezza efficienti ed efficaci è un’esigenza che tocca tutte le aziende, sia che i dati e sistemi informativi siano in house o sulla nuvola, soprattutto visto il continuo aumenti di attacchi ogni giorno.

La sicurezza on-premise

Quando si scelgono soluzioni on-premise significa che tutte le funzioni di sicurezza dell’organizzazione risiedono nei computer locali della sede fisica. Se questo può aiutare a garantire un maggiore controllo delle informazioni sensibili, è vero anche anche che gli investimenti per mantenere tutto in sicurezza sono estremamente onerosi. È necessario implementare controlli sulla pianificazione e aggiornamento costante dei sistemi, procedure di backup e tutti gli accessi devono essere monitorati fino a livello del singolo utente e della singola risorsa mediante tecniche basate su privilegi e ruoli che periodicamente devono essere riesaminati per avere massima trasparenza della governance.

La sicurezza in cloud

Se si scelgono soluzioni in cloud che non prevedono limiti fisici con volumi e risorse completamente scalabili l’azienda ha un’agilità inedita che consente di muoversi liberamente.

I fornitori di infrastrutture cloud più importanti, come Google Cloud e AWS, rispettano tutti gli standard di sicurezza della normative nazionali e sovranazionali garantendo protezione massima e semplificando notevolmente i processi aziendali. Questo libera i team IT dalle attività di verifica costante della compliance a seconda dell’aggiornamento delle normative e semplificando il loro lavoro di gestione e implementazione della sicurezza e di monitoraggio di tutta l’infrastruttura.

Scopri come Miriade può aiutarti a proteggere i tuoi dati

Da sempre Miriade aiuta le aziende a proteggere dati e applicazioni, sia conservate on-premise sia in cloud, garantendo i massimi standard di sicurezza e affidabilità.

Scopri le principali soluzioni che possono aiutarti a garantire tutta la protezione di cui hai bisogno per i tuoi sistemi aziendali.

Category:
  News
this post was shared 0 times
 300