L’estate che ci stiamo lasciando alle spalle ha portato Qlik “sulle nuvole”. L’azienda, leader nelle soluzioni per la business intelligence, ha infatti acquisito Industrial Codebox, l’impresa produttrice di QVSource, l’estensione che consente agli utilizzatori di Qlik Sense e Qlik View di poter includere nelle loro analisi i dati provenienti dalle fonti sul cloud.

Portando in house questa estensione – Industrial Codebox era già partner di Qlik dal 2011 – l’azienda statunitense nata in Svezia nel 2003 accoglie in toto le richieste degli utenti di poter compiere indagini accurate su dati provenienti dai social network, dai motori di ricerca e dalle applicazioni SaaS: una mole di informazioni che è sempre più difficile ignorare e che è necessario integrare nelle analitiche del business per avere a disposizione panoramiche accurate su determinati fenomeni.

I 40 differenti connettori offerti da QV Source, che permettono alle applicazioni Qlik di collegarsi, tra gli altri, a Facebook, Twitter, Google e SugarCRM, potranno in questo modo far sì che anche i dati provenienti dal cloud possano essere trattati dalla potenza del motore associativo Qlik.

qlik cloud