Atlassian ha di recente annunciato che a partire da febbraio 2024 cesserà il supporto per le licenze server. Questa notizia sta portando tutte le aziende, che utilizzano i diversi tool che compongono la suite, a iniziare il proprio percorso di migrazione dalle licenze server verso la versione cloud.

Ma come gestire correttamente questo passaggio al cloud?

In questo articolo andremo a toccare i diversi step suggeriti da Atlassian, e che noi seguiamo nelle attività per i nostri clienti, per migrare nel migliore dei modi le diverse licenze, garantendo ai team la continuità di utilizzo dei tool.

Scarica la checklist dettagliata per la tua migrazione ad Atlassian Cloud

Microsoft Power BI e Knime

Confronto tra Atlassian Server e Atlassian Cloud

Il cloud non è solo una distribuzione diversa. È un nuovo modo di lavorare che include differenze nelle funzionalità, nella modalità di gestione di utenti e siti, proprietà di sicurezza e conformità.

A differenza delle licenze on-premise che richiedono tempo e attenzione per la manutenzione, gli aggiornamenti e l’hosting, nella versione cloud l’hosting, la manutenzione e l’aggiornamento è gestito da Atlassian, semplificando il lavoro di gestione ordinaria.

Tra gli altri vantaggi di passare ad Atlassian Cloud ci sono:

  • Avvio rapido: è facile da configurare e iniziare in pochi minuti. Non appena si effettua l’iscrizione, è possibile iniziare a lavorare e invitare i membri del team.
  • Nessuna necessità di aggiornamento: possibilità di accedere immediatamente alle funzionalità più recenti.
  • Possibilità di lavorare ovunque: i prodotti cloud di Atlassian consentono di accedervi in ​​modo sicuro da qualsiasi browser o dalle nostre app mobili cloud. 
  • Sicurezza: garanzia che l’organizzazione sicura e conforme, con aggiornamenti di sicurezza in tempo reale e pratiche rigorose per la protezione dei dati.
  • Scalabilità: nel cloud è facile scalare velocemente il proprio spazio di lavoro, assecondando i picchi dinamici della domanda e la crescita del team.

Pianificazione migrazione ad Atlassian Cloud

Dopo aver scelto di migrare su Atlassian Cloud è fondamentale pianificare tale attività e scegliere quale strategia adottare per eseguirla.

Le principali sono: Optimize and Shift, Lift and Shift, Phased, Start Fresh.

Optimize and Shift

Una migrazione “tutto in una volta” in cui si può scegliere quali dati migrare al cloud e quali lasciare sull’istanza del server per riferimento futuro in uno stato di sola lettura.

Pro 

  • Possibilità di migrare solo ciò di cui ha bisogno
  • Tempi di migrazione complessivi più brevi e tempi di inattività della migrazione ridotti 
  • Possibilità di ridurre i costi di migrazione, viste le tempistiche contenute

Contro

  • Tutti gli utenti dovranno essere registrati contemporaneamente
  • Può aumentare i tempi di inattività a seconda delle dimensioni dei dati
  • Richiede ulteriore pianificazione e lavoro per determinare come ottimizzare

Consigliata quando

  • Si vuole passare al cloud in un’unica migrazione
  • La migrazione è di complessità limitata (meno di 5.000 utenti e 10 app)
  • Le app critiche sono disponibili nel cloud e hanno percorsi di migrazione
  • Si devono migrare Jira Service Management o Portfolio

Lift and Shift

Prendere tutti i propri dati (dati di prodotto, utenti e app) e spostarli nel cloud in un’unica migrazione.

Pro

  • Tutto viene migrato in una volta
  • Tempi di migrazione complessivi più brevi
  • Possibilità di ridurre i costi di migrazione, viste le tempistiche contenute

Contro

  • Tutti gli utenti dovranno essere registrati contemporaneamente
  • Può aumentare i tempi di inattività a seconda delle dimensioni dei dati
  • Rischio di migrazione anche di dati e utenti non necessari nel cloud, il che può aumentare i costi

Consigliata quando

  • Si vuole passare rapidamente al cloud
  • La migrazione è di complessità limitata(meno di 5.000 utenti e 10 app)
  • Le app critiche sono disponibili nel cloud e hanno percorsi di migrazione
  • Non è necessario o non si desidera eseguire la pulizia prima della migrazione
  • Si devono migrare Jira Service Management o Portfolio

Phased

È possibile migrare i dati in più fasi, anziché tutti in una volta, in particolare se hai più di 5000 utenti. Al completamento di ogni migrazione, i problemi possono essere risolti e gli utenti possono essere integrati e ricevere formazione  in piccoli gruppi.

Pro

  • Onboarding graduale degli utenti
  • Tempi di fermo ridotti 
  • Possibilità di ripulire e ottimizzare nel tempo
  • Offre agli utenti la possibilità di adattarsi a nuovi modi di fare le cose

Contro

  • Non ben supportato se è necessario migrare Jira Service Management o Advanced Roadmaps (precedentemente noto come Portfolio)
  • Tempi di migrazione complessivi più lunghi possono comportare un aumento dei costi
  • Può essere più complesso gestire più implementazioni durante la transizione
  • Richiede un’attenta pianificazione, poiché le dipendenze devono essere mappate
  • Può essere più difficile correggere i collegamenti dopo la migrazione quando vengono migrati solo alcuni Confluence Spaces o Jira Project

Consigliata quando

  • Puoi passare al cloud per un periodo di tempo esteso
  • La migrazione è di maggiore entità (più di 5.000 utenti e 10 app)
  • Le app critiche di alcuni team non sono ancora disponibili nel cloud

Start fresh

Se si è sicuri che in futuro non si lavorerà più con la maggior parte dei dati e dei progetti ospitati sul server esistente o si desidera lavorare immediatamente nel cloud, si può scegliere l’approccio start fresh per la configurazione dell’ambiente cloud.

Pro

  • Tempo di inattività della migrazione nullo o limitato
  • Se si dispone di una licenza server, si possono conservare i dati a scopo di archiviazione

Contro

  • Gli utenti non avranno accesso ai vecchi dati di progetto/spazio

Consigliata quando

  • Non si lavorerà più con i dati del tuo server esistente
  • Si è clienti Jira Service Management e non hai bisogno di un accesso rapido ai vecchi ticket
  • Si sta creando una nuova squadra
  • C’è la necessità di accelerare il passaggio al cloud

Scarica la checklist dettagliata per la tua migrazione ad Atlassian Cloud

Preparazione alla migrazione ad Atlassian Cloud

Dopo aver definito l’approccio di migrazione che si vuole adottare, è tempo di preparare l’ambiente e gli utenti alla migrazione.

Questa fase può richiedere tempo, da giorni a settimane, quindi è bene assicurarsi di lasciare abbastanza tempo per completarla.

In questa step è fondamentale una comunicazione chiara e precisa sul piano e le tempistiche di migrazione con le parti e i team che saranno interessati, in modo che gli utenti possano essere operativi senza problemi con interruzioni minime del loro lavoro. È anche meglio stabilire una cadenza di comunicazione per quando e con che frequenza si comunicheranno gli aggiornamenti in modo che i team possano essere informati e preparati per il cambiamento.

Come gestire la fase di test di migrazione

Prima di procedere alla vera e propria migrazione, è essenziale prevedere una fase di test per verificare che tutto sia in ordine, capire quanto tempo effettivamente richiederà la migrazione e scoprire eventuali problemi.

In questa fase è fondamentale farsi affiancare da tecnici esperti e certificati come quelli di Miriade, per eseguire due operazioni essenziali che consigliamo di fare sempre: backup e test delle funzionalità da parte degli utenti.

Indipendentemente dalla strategia e dal metodo di migrazione scelti, è importante 

– eseguire il backup dell’istanza self-hosted e, se sono già presenti dati sul cloud, è bene assicurarsi che sia stato eseguito il backup anche in questo ambiente.

– far fare un test delle funzionalità agli utenti, chiedendo loro di replicare le attività quotidiane comuni e assicurarsi che funzionino come previsto. Attraverso questo processo è possibile scoprire eventuali problemi che avranno un impatto sugli utenti finali e aiutare i team a prepararsi per il cambiamento che arriva con il cloud. 

Per scoprire come gestire questo step della migrazione, scarica la checklist dettagliata per la tua migrazione ad Atlassian Cloud.

La migrazione ad Atlassian Cloud vera e propria

Nella fase di migrazione vera e propria è possibile risolvere eventuali problemi dell’ultimo minuto per poi eseguire la migrazione della produzione e spostare utenti e dati nel cloud. 

Anche qui, l’affiancamento di un partner certificato come Miriade è essenziale per gestire al meglio questa delicata fase.

A seconda della strategia di migrazione, è possibile applicare un banner a livello di sito in Jira o Confluence per aiutare a reindirizzare gli utenti finali che stanno ancora tentando di accedere all’istanza self-hosted. Collegati al nuovo URL del sito cloud in modo che sappiano dove andare.

Una volta completata la migrazione, comunica agli stakeholders che l’attività si è conclusa con successo, ricordando perché l’azienda ha scelto di effettuare questa migrazione e sottolineando tutti i benefici di essere passati sul cloud.

Miriade è partner di Atlassian e i nostri specialist sono pronti ad accompagnare le aziende che vogliono passare da Atlassian Server ad Atlassian Cloud

Per tutte le informazioni sui nostri servizi, visita la pagina dedicata, oppure scarica la checklist dettagliata per la migrazione ad Atlassian Cloud.

microsoft power bi e knime

I servizi per il Project Management di Miriade

servizi gdpr

Scopri come migliorare la produttività del team