Blog

  • +
    Miriade annuncia una partnership strategica con Denodo per espandere e supportare la data virtualization in Italia
  • +
    L’importanza di ottimizzare i database
  • +
    Webinar | Accelerare la migrazione al cloud e la modernizzazione dell’architettura con la virtualizzazione dei dati | Giovedì 2 luglio ore 10.00
  • +
    Business agility: il cambiamento come costante
  • +
    Google Colab: il tool gratuito di Google a servizio dei data scientist
  • +
    Webinar | Domina il cambiamento con AWS: Agile on cloud | Giovedì 25 giugno ore 10.00
  • +
    Atlassian: la suite preferita dai team felici (tutti quanti)
  • +
    Rating della legalità: il punteggio di Miriade
  • +
    Webinar: Domina il cambiamento con KNIME | giovedì 11 giugno
  • +
    QuiPass: la web app salta coda che gestisce gli ingressi
  • +
    Lavoro da remoto: lo stato dell’arte
  • +
    Le analitiche avanzate per ripartire con slancio

Cosa fa un DBA?

By Camilla Mantella 4 anni fa

Quello del DBA è un lavoro delicato e complesso ma, al tempo stesso, molto stimolante. Per capire cosa rende speciale questo mestiere abbiamo parlato con Marco, uno dei Database Administrators di Miriade, che ci ha spiegato cosa significa essere un “esperto nella gestione dei dati”.

Di cosa si occupa un DBA?

Come suggerisce l’abbreviazione, il compito principale del DBA consiste nell’amministrazione dei database. Più in generale un DBA si occupa di gestione dei dati con l’obiettivo di renderli accessibili e utilizzabili, proteggendoli inoltre da furti o da possibili corruzioni.

Come si diventa un DBA?

Studiando! La strada maestra per diventare un buon DBA è lo studio costante. Quasi tutti i corsi di laurea di ambito informatico offrono corsi di Basi di dati, ma purtroppo non sono sufficienti. Per diventare un DBA è necessario un percorso molto più lungo e strutturato che porti il candidato a contatto con le diverse tecnologie e le best practices tipiche del nostro mestiere.
In Miriade il gruppo DBA non è composto da Informatici o Ingegneri. Proveniamo quasi tutti da facoltà di stampo teorico-scientifico (Matematica e Fisica soprattutto), che propongono percorsi che, anche se non focalizzati sull’informatica, sono molto utili per il lavoro che facciamo per via del fatto che ci insegnano un approccio critico ai problemi e ci forniscono le capacità di problem solving necessarie per svolgere in maniera rapida e competente le nostre mansioni.

DBA

Qual è la parte più interessante di questo lavoro?

L’aspetto più interessante di questo lavoro è senza dubbio la possibilità di lavorare con tecnologie molto diverse tra loro.
Nella società moderna la quantità di dato disponibile è molto elevata e l’uso che si fa di tali dati è sempre più massivo e differenziato. Ai database relazionali classici (Oracle, SqlServer, Postgress,…) si sono affiancati i database NOSQL (MongoDB, Cassandra, …) e le strutture per il calcolo distribuito e l’analisi di grandi quantità di dati (Hadoop). Un buon DBA deve conoscere questi strumenti scegliendo di volta in volta i più adatti per raggiungere lo scopo prefissato.

Qual è la cosa peggiore di essere un DBA?

Il nostro mestiere ci porta a lavorare con settori estremamente sensibili (ospedali, banche, grandi impianti industriali), dove anche il minimo fermo può causare dei disservizi non indifferenti. Purtroppo ogni tanto succede che per colpa di errori umani, applicazioni sviluppate male o failure hardware, ci si ritrova a dover intervenire in urgenza, in condizioni di grande pressione.
Ovviamente tutto questo può essere prevenuto ed evitato con attività di manutenzione e controllo periodici e con un’accurata progettazione delle infrastrutture.

Database Administrator

Qual è la giornata tipo di un DBA?

Abbiamo la fortuna di non avere una giornata tipo: il nostro lavoro è ogni giorno diverso e questo contribuisce a renderlo divertente e stimolante. Seguendo clienti di ambiti differenti le problematiche che affrontiamo ogni giorno spaziano moltissimo. Ci sono giorni dove ci occupiamo di cose più sistemistiche come l’installazione e la progettazione di nuove infrastrutture, altri dove invece lavoriamo più a stretto contatto con gli sviluppatori e gli utilizzatori finali focalizzandoci soprattutto nel tuning del database per il miglioramento delle performance.

Il DBA del futuro: come si sta evolvendo la professione?

Il lavoro del DBA si sta muovendo in una direzione molto interessante. Lo sviluppo di sistemi di automazione e di advisor sempre più sofisticati fa sì che ci si possa concentrare sempre più sull’analisi  e sulla progettazione di nuove infrastrutture e su un maggior supporto agli sviluppatori per quanto concerne l’uso di sistemi distribuiti. La grande sfida dei Big Data, poi, ci impegna quotidianamente nella risoluzione di problemi tecnologici complessi in grado di aiutare il processo di decision-making delle aziende.

Category:
  Database
this post was shared 0 times
 100