La spinta verso i microservizi ed il movimento Agile hanno semplificato la vita agli sviluppatori di tutto il mondo portando la tecnologia verso applicazioni più piccole, che espongano solo i dati tramite API (separando la parte grafica) e aggiornate più frequentemente. Questo non ha ridotto il numero di applicazioni, anzi ha avuto l’effetto di aumentare il loro numero in quanto la singola applicazione di un tempo è ora potenzialmente formata da una costellazione di applicazioni molto piccole e specifiche.

Si è quindi creata la necessità di raggrupparle dietro un’interfaccia unica, che permetta di unificare gli aspetti comuni di ognuna di esse evitando che microservizi appartenenti alla stessa applicazione si espongano in maniera diversa, andando a creare confusione nell’utilizzatore finale e/o nella loro integrazione presso sistemi utilizzatori.

Ecco quindi che ci viene incontro Gravitee, un API Gateway di nuova generazione.

Microsoft Power BI e Knime

Cos’è Gravitee?

Gravitee è un API Gateway di nuova generazione che, a differenza dei concorrenti, ha un vantaggio principale: un’interfaccia semplice per poter configurarlo rapidamente e con semplicità,  alla portata anche di persone non tecniche.

Dal pannello di amministrazione è possibile configurare l’intero prodotto per mezzo di wizard che guidano l’utente passo passo nella creazione. Per le configurazioni più tecniche delle API è disponibile una facile interfaccia che consente tramite trascinamento di aggiungere e rimuovere plugin, controlli e configurazioni.

gravitee

Gravitee ovviamente supporta le funzionalità principali di tutti gli API Gateway già esistenti: rate limiting, caching delle risposte, gestione della sicurezza tramite api key e OpenID.

Gravitee include anche un portale clienti, tramite il quale gli utenti interni ed esterni possono accedere per visionare rapidamente tutte le API disponibili.

Per ogni API esposta è presente una sezione nella quale si può inserire tutta la documentazione associata all’API stessa, tra cui i documenti OpenAPI che consentono di testare al volo l’API stessa.

Sempre dalla stessa sezione, con alcuni click l’utente può richiedere l’accesso in autonomia (automatico o tramite verifica manuale, configurabile dall’amministratore), ricevendo le credenziali con il quale iniziare subito ad testarle ed utilizzarle, andando a ridurre l’attrito iniziale necessario ad accedere ai dati.

gravitee

Supporta inoltre il filtraggio delle API esposte in base al ruolo dell’utente. Non è più necessario avere installazioni multiple a seconda del pubblico di destinazione: tramite i ruoli è possibile limitare la visualizzazione delle API disponibili solo ad alcuni utenti, consentendo quindi per esempio di avere un unico ambiente in cui esporre le API dedicate al pubblico, quelle per i partner e quelle ad uso interno.

I vantaggi di Gravitee

Gravitee semplifica la vita a tutti, tecnici e non, permettendo: 

  •  di creare rapidamente nuove API, risparmiando tempo;
  •  scalare il prodotto per far fronte ad eventuali carichi, grazie alla sua architettura;
  •  consentire l’accesso autonomo alle API grazie al portale;
  •  uniformare eventuali API di applicazioni diverse, al fine di semplificare la vita a chiunque ne faccia uso;
  •  gestire centralmente la sicurezza, senza duplicarla tra le varie applicazioni sottostanti;
  •  di vedere in unico portale lo stato di più ambienti (es.: dev, staging, prod).

A chi è utile Gravitee?

I maggiori benefici sono per gli sviluppatori, i quali possono concentrarsi meglio sul lato business implementando le logiche trasversali alle varie API facilmente su Gravitee.

Anche tutte le altre figure, però, ne possono beneficiare: azioni come la pubblicazione delle API, l’aggiornamento della loro documentazione o anche la gestione delle richieste di accesso sono alla portata di anche delle figure non tecniche, che quindi possono gestire questi particolari direttamente.

Miriade lavora da anni al fianco delle aziende per aiutarle a realizzare applicazioni performanti, flessibili e scalabili cercando di uscire dalla logica dei silos per entrare in quella dei microservizi grazie anche alle API.
Clicca di seguito per scoprire i nostri servizi!

servizi gdpr

Scopri i nostri servizi Development

microsoft power bi e knime

Ascolta la puntata del nostro podcast dedicata alle API