Blog

  • chatbot
    +
    È tempo di chatbot
  • service design
    +
    Service Design: la relazione tra azienda e designer è fondamentale
  • Data science Learnhaton KNIME 3
    +
    Data Science Learnathon a Milano: il racconto dell’appuntamento con KNIME
  • etica data science
    +
    Data Science, serve un’etica professionale
  • generatività imprese
    +
    Generatività, al centro dell’impresa del futuro
  • service design miriade
    +
    Service Design, teoria e pratica
  • miriade milano yoroom
    +
    Miriade a Milano | La nuova sede
  • gdpr applicazione miriade
    +
    25 maggio 2018: la privacy ai tempi del GDPR
  • fiducia responsabilità sociale impresa
    +
    Fiducia digitale e responsabilità: Miriade al Salone di Impresa 2018
  • marketing quantitativo
    +
    Miriade torna all’università per parlare di marketing quantitativo
  • soft skills cultura digitale
    +
    Soft skills a sostegno della cultura digitale
  • play 4 ciai miriade ciai
    +
    Saper fare, fare bene, fare insieme

Google e Nutanix: l’hybrid cloud si semplifica

By Luca Zanetello 9 mesi agoNo Comments

Le soluzioni cloud sono sempre più diffuse e performanti e consentono alle imprese maggiore libertà di movimento e di gestione dei propri dati e delle proprie applicazioni. Molte aziende però non sono ancora pronte per un passaggio totale a piattaforme di cloud pubblico, scegliendo quindi di adottare soluzioni di hybrid cloud, ovvero distribuendo i carichi di lavoro sia su piattaforme cloud pubbliche sia su infrastrutture proprietarie.

Tra i principali vantaggi dell’approccio di hybrid cloud vi è la possibilità di distribuire le proprie applicazioni su più piattaforme e sfruttare, allo stesso tempo, le economie di scala ottenibili con l’utilizzo dei cloud pubblici e la sicurezza fornita dalle infrastrutture private, con la libertà di scegliere dove gestire applicazioni e dati, ma può capitare che vi siano problemi di comunicazione tra le diverse infrastrutture.

Per aiutare le aziende ad ottimizzare e rendere più performanti le loro infrastrutture, Google e Nutanix, azienda leader nella soluzioni di iperconvergenza, hanno stretto una partnership, annunciata lo scorso giugno. I dettagli di questo accordo sono stati tra i temi principali dello speech di Christian Turcati, Systems Engineer Manager Nutanix, durante il Miriade & Google Cloud Summit dello scorso 3 ottobre in H-FARM.

hybrid cloud

Nello specifico Google e Nutanix stanno lavorando assieme in questi mesi per:

    • facilitare le operazioni ibridizzazione automatizzando l’implementazione e la gestione del ciclo di vita delle applicazioni attraverso Nutanix e Google Cloud Platform (GCP) utilizzando la soluzione Nutanix Calm, fornendo un unico piano di controllo per consentire la gestione dei carichi di lavoro tra gli ambienti cloud.
    • portare i servizi Cloud Nutanix Xi su Google Cloud Plaftorm. Questa nuova offerta cloud ibrida consentirà ai clienti aziendali di sfruttare servizi come il disaster recovery per estendere senza sforzo i loro ambienti datacenter in on-premise sul cloud.
    • abilitare il supporto Nutanix Enterprise Cloud OS per ambienti Kubernetes che eseguono Google Container Engine sul cloud e un cluster Kubernetes su Nutanix on-premise, consentendo di sviluppare applicazioni sia in locale che su Google Cloud Platform.

Miriade è partner Google Cloud e Nutanix ed è pronta ad offrire il proprio supporto alle aziende interessate ad approfondire le migliori soluzioni cloud e hybrid cloud.
Contattaci per richiederci una consulenza.

Photo Credit: Miriade SpA

Category:
  News .
this post was shared 0 times
 000

Leave a Reply

Your email address will not be published.