Blog

  • condivisione formazione miriade
    +
    Lavorare in Miriade: formazione e condivisione al centro
  • +
    Amazon Web Services: nuova AWS Region in Italia dal 2020
  • +
    Discover Salesforce a Padova: il racconto dell’evento
  • CHAT BOT IT SOCIAL
    +
    Chatbot per l’IT: un assistente sempre disponibile
  • +
    Data ethics: l’etica nell’utilizzo dei dati
  • +
    Discover Salesforce: una settimana all’evento a Padova
  • Strategy Innovation Forum
    +
    Strategy Innovation Forum a Venezia: il racconto dell’evento
  • +
    Le analitiche avanzate a supporto dell’Amministrazione, Finanza e Controllo
  • +
    Formazione IT: perchè è importante l’aggiornamento continuo
  • cloudera hortonworks
    +
    Novità nel mondo delle advanced analytics: annunciata la fusione tra Cloudera e Hortonworks
  • +
    Google Cloud Next ’18 Londra: le principali novità
  • +
    Le nostre case history: modelli predittivi, IoT e Industria 4.0

Google Cloud Next ’18 Londra: le principali novità

By Luca Zanetello 1 mese faNo Comments

Questa settimana una parte del nostro team è stata a Londra per partecipare all’evento europeo Google Cloud Next’18: appuntamento organizzato dall’azienda di Mountain View dedicato ai professionisti del cloud dell’area EMEA per presentare tutte le novità della nuvola e di tutti gli strumenti che Google ha lanciato, o sta lanciando, per migliorare la produttività delle aziende.

È stata una due giorni intensa, ricca di spunti e di annunci che sono andati a interessare tutte le aree in cui Google sta sviluppando il proprio business: dal machine learning, alla sicurezza, passando per le novità legate all’Artificial Intelligence.

Da questo evento ci siamo portati a casa moltissime idee e di seguito riportiamo le principali novità presentate dal palco del meeting.

google next 18 london

I principali annunci

Google Cloud Storage: maggiore controllo nell’archiviazione dei dati

Google Cloud Storage è lo spazio di archiviazione unificato che consente a molti clienti di Google Cloud Platform (GCP) di archiviare e spostare i dati in base alle esigenze. Oggi viene reso disponibile un maggiore controllo su come e dove i dati vengono archiviati grazie alla nuova opzione dual-regional per la replica dei dati, ai dati nearline e coldline ora geo-ridondanti in posizioni multiregionali, oltre a un nuovo look in arrivo per Cloud Storage e a una nuova libreria C++.Il tutto dedicato a fornire maggiore disponibilità e continuità, oltre all’accesso allo storage a bassa latenza per risorse di calcolo co-localizzate.

Cloud Spanner e Cloud Bigtable: sviluppo e distribuzione delle app più facile con i nuovi aggiornamenti

All’evento di Londra è stata annunciata la disponibilità generale di due importanti nuove funzionalità per due delle nostre offerte di database nativo cloud: Cloud Spanner e Cloud Bigtable.
Su Cloud Spanner Google sta apportando miglioramenti alle funzionalità SQL stiamo aggiungendo miglioramenti alle funzionalità SQL di Cloud Spanner per semplificare la lettura e la scrittura dei dati nei database di Cloud Spanner tramite SQL e utilizzare driver e strumenti pratici. Le API di Cloud Spanner, inoltre, possono supportare le istruzioni SQL INSERT, UPDATE e DELETE.
Per Cloud Bigtable sta offrendo Key Visualizer in modo da consentire la visualizzazione i pattern  chiave di accesso in formato heatmap per ottimizzare gli schemi e migliorare le prestazioni. L’aggiunta di questa funzione consente di creare modelli di dati ottimizzati per ottenere il massimo dai database.

Cloud NAT: il nuovo servizio di traduzione degli indirizzi di rete

Con Cloud NAT, al momento in ancora in versione beta, è possibile eseguire il provisioning delle istanze dell’applicazione senza indirizzi IP pubblici e consentire loro l’accesso a Internet per aggiornamenti, patch, gestione della configurazione e altro ancora, in modo controllato ed efficiente. Le risorse esterne non possono accedere direttamente a nessuna delle istanze private dietro il gateway NAT Cloud, contribuendo così a mantenere i VPC di Google Cloud isolati e sicuri.

Semplificazione della gestione degli accessi

A Londra Google ha presentato nuove modalità, in aggiunta a quelle già in funzione, per migliorare ulteriormente la gestione degli accessi e della sicurezza.
Tra le principali vi è Cloud Identity for Customers and Partners(CICP), una piattaforma CIAM (Identity and Access Management) che può aiutare gli sviluppatori ad aggiungere funzionalità di gestione delle identità e degli accessi di Google alle loro app, proteggere gli account degli utenti e scalare con sicurezza. Con CICP, che sarà ufficialmente disponibile in versione beta pubblica nelle prossime settimane, gli sviluppatori potranno concentrarsi sulla creazione della propria app, mentre CICP ci occuperà della gestione di essenziali come l’autenticazione basata su sistemi Google, l’identificazione di utenti compromessi grazie a sistemi di intelligence e la gestione delle applicazioni più esigenti grazie a un supporto tecnico di livello enterprise.

Scopri di più

Miriade è stata tra i primi partner Google in Italia ed ha accompagnato molte aziende nel loro percorso di digitalizzazione portandole sul cloud.

Per conoscere tutto quello che possiamo fare per la tua impresa, visita la pagina dedicata ai servizi e ai prodotti Google.

Image Credit: Miriade

Category:
  Miriade
this post was shared 0 times
 000

Leave a Reply

Your email address will not be published.