Blog

  • +
    Smart working: come sta cambiando il mondo del lavoro con la digital trasformation
  • miriade aws summit
    +
    AWS Summit 2019 Milano: le principali novità
  • concorso idee miriade
    +
    Una Miriade di idee
  • uxd creare esperienze che le persone amano
    +
    User Experience Design: creare esperienze che le persone amano | Thiene 28 marzo
  • progetto advanced analytics miriade
    +
    ML & AI: come sviluppare un progetto di Advanced Analytics
  • +
    Com’è strutturato un team di Data Science
  • Machine Learning Artificial Intelligence
    +
    ML & AI: chi sfrutta i dati trova un tesoro | Padova, 28 febbraio
  • +
    Come diventare una data driven company
  • cambiamento business intelligence social
    +
    Tutta un’altra BI: come è cambiato il mondo della business intelligence
  • lavorare in miriade
    +
    Un pomeriggio in Miriade: il racconto di tre studentesse
  • tutta un'altra bi
    +
    Tutta un’altra BI | Padova 13 febbraio
  • +
    Marketing Intelligence: la business intelligence al servizio del marketing incuriosisce le aziende

DataGame: l’hackaton di Miriade

By Luca Zanetello 1 anno faNo Comments

Mettere alla prova i migliori data scientists perché risolvano problemi complessi su data set tutti da analizzare: questo, in buona sostanza, il principale obiettivo del DataGame, l’evento organizzato da Miriade assieme a Bee-Viva lo scorso 15 marzo a Padova.

La Sala Argo del Palazzo della Salute di Padova ha infatti ospitato un gruppi di agguerriti studenti e dottorandi delle università di Padova, Firenze e Udine, che si sono dati battaglia per vincere il primo premio di 500 euro – a cui si sommano 200 euro che Miriade dona alle Botteghe del Mondo a nome del primo classificato – e la possibilità di svolgere colloqui conoscitivi per le posizioni aperte di data analyst nella nostra azienda.

Il problema che i ragazzi sono stati chiamati ad affrontare è legato alla customer intelligence.

A partire dalla stima del numero di click registrati all’interno dell’e-commerce di un grande rivenditore – click legati alla pubblicità digitale –  gli aspiranti data scientists dovevano comprendere quale campagna dava migliori risultati. Lo scopo? Verificare quale intervento pubblicitario riscuote maggior interesse tra gli utenti, così da poter tarare al meglio la proposizione commerciale.

I ragazzi, che avevano avuto accesso al data set circa una settimana prima, hanno completato la loro analisi nella mattinata e nel pomeriggio si sono svolti le premiazioni e i colloqui.

Ottimi gli output ricevuti: i primi classificati hanno consegnato lavori estremamente accurati, applicando modelli di classificazione che sono riusciti a centrare la consegna assegnata e, in alcuni casi, ad andare oltre le aspettative. Alcuni, addirittura, hanno sperimentato le classificazioni attraverso reti neurali, mentre altri si sono affidati alle più “tradizionali” random forest, che tuttavia, per il tipo di dati messi a disposizione, si sono rivelate le più performanti.

datagame miriade

La maggior parte dei giocatori coinvolti nel DataGame ha proposto soluzioni studiate da autodidatta. Pur avendo tutti forti basi statistiche e/o informatiche, gli studenti si esercitano fuori dalle aule universitarie con modelli e previsioni – dimostrando una grande passione per l’argomento e il desiderio di mettersi alla prova.

Per realtà come Miriade, conoscere questi ragazzi ha un duplice valore: da un lato permette di sostenere la loro crescita, dandogli l’opportunità di esercitarsi con applicazioni concrete e premiando le soluzioni più creative, dall’altro consente di incontrare i data scientists del domani, testarne le capacità e raccoglierne i sogni e le aspirazioni professionali.

Quello sperimentato con Bee-Viva è un nuovo format capace di avvicinare le aziende ai talenti universitari. Abbiamo scoperto un modo per entrare in contatto immediatamente con i ragazzi: si possono confrontare subito sugli aspetti tecnici, vengono misurati sulle competenze di problem solving e, se fa loro piacere, si può approfondire la conoscenza reciproca capendo se le sfide professionali offerte dall’azienda sono quelle che lo studente desidera affrontare nel suo futuro.

Continua a seguirci su LinkedIn e Facebook per rimanere aggiornato sui nostri progetti di sostegno alla crescita professionale dei più giovani.

Category:
  Miriade
this post was shared 0 times
 000

Leave a Reply

Your email address will not be published.