Blog

  • +
    DevOps in azienda, come, dove, quando e perché?
  • +
    AWSome Day Padova, il racconto dell’evento
  • cloud digital transformation social
    +
    Il cloud al centro della digital transformation
  • +
    Webinar ODA e Dbvisit Standby: scopri come semplificare la gestione del tuo database | 26 settembre
  • SOPHOS EVOLVE
    +
    Il futuro della cybersecurity ti aspetta a Verona e Roma con Sophos Evolve
  • Google Hangouts Meet
    +
    È il momento di ridisegnare la tua sala riunioni con gli hardware Google
  • +
    Arcadia Data accelera gli insight di Cloudera
  • +
    Sicurezza IT: come migliorare la fiducia in azienda
  • +
    CORSO FAST TRACK ADMIN: UPGRADE ALLA VERSIONE G SUITE BUSINESS
  • +
    AWSome Day Padova 2019
  • +
    Webinar ODA e Dbvisit Standby: una soluzione completa per Oracle SE2 | 26 settembre
  • +
    Data science: esempi di vita quotidiana

AWS Summit 2019 Milano: le principali novità

By Luca Zanetello 7 mesi faNo Comments

Martedì 12 marzo sì è tenuto a Milano l’AWS Summit 2019, il più importante evento italiano di Amazon Web Services, e noi eravamo ovviamente in prima fila per conoscere tutte le novità del mondo cloud.

Sono state molte le idee e le informazioni che abbiamo avuto la possibilità di raccogliere durante questo appuntamento e abbiamo scelto di segnalarvi le più rilevanti.

La nuova Region AWS Europe a Milano

Come annunciato lo scorso 13 novembre 2018, ad inizio 2020 aprirà la nuova region in Italia con notevoli vantaggi per le imprese del nostro paese, come la riduzione della latenza. La Region AWS Europe (Milan) comprenderà tre zone di disponibilità (Availability Zone) e sarà la sesta regione AWS in Europa, insieme a Francia, Germania, Irlanda, Regno Unito e Svezia.

I clienti locali con requisiti di sovranità sui dati, inoltre saranno in grado di archiviare i propri dati in Italia con la garanzia di mantenere il controllo completo sulla collocazione dei propri dati; i clienti che costruiscono applicazioni conformi al General Data Protection Regulation (GDPR) disporranno dell’accesso ad una nuova regione AWS in Europa (UE) che soddisfa i più alti livelli di sicurezza, conformità e protezione dei dati. Inoltre, le organizzazioni italiane, dalle startup alle imprese fino al settore pubblico, disporranno nel proprio paese di infrastrutture per sfruttare tecnologie avanzate come gli analytics, l’intelligenza artificiale, i database, l’Internet of Things (IoT), il machine learning, i servizi mobili, le tecnologie serverless e molto altro ancora per spingere l’innovazione.

L’attenzione alle PMI

Grande attenzione verrà posta nel prossimo futuro alle piccole e medie imprese e che costituiscono gran parte del tessuto produttivo ed economico italiano: un vero e proprio esercito di piccole realtà desiderose di innovare e innovarsi.

Ci sono 3 milioni di imprese che rappresentano il 98%delle imprese italiane che si stanno lentamente internazionalizzandosi adattano al mercato e danno lavoro a circa 10 milioni di persone. Tra le sfide tecnologiche e di business, si deve partire dalle competenze; ci piacerebbe trovare nelle Pmi un livello di competenza che troviamo nelle grandi aziende, perché non sempre è così. Negli ultimi anni il livello sulle esportazioni si è alzato, ma c’è ancora un gap importante su trasformazione digitale che dobbiamo colmare e non è semplice. Fatichiamo a convincere gli imprenditori a far inserire figure di It manager in azienda, specie sulle vecchie generazioni di imprenditori”, ha affermato Alessandro Enginoli, Presidente di Assolombarda.

La risposta alla richiesta di innovazione delle imprese e il punto di partenza per un percorso comune sembra proprio essere il cloud come ha dichiarato Marco Argenti, vice president Amazon Web services.

Siamo coloro che stanno trasformando idee in realtà, siamo gli enablers del business e disporre degli strumenti giusti aiuta le idee a diventare realtà, sia che si migri da on premise a cloud sia che si costruisca un’idea differente. E’ centrale avere gli strumenti giusti per fare il lavoro; avere compromessi ha un costo e ogni volta che si accetta un compromesso si perde in creatività. Siamo in una situazione – continua – dove chiunque può accedere a una piattaforma e puntare a questa scelta logica in una piattaforma che offre maggiori funzionalità. Oggi Aws ha 165 servizi con infrastruttura robusta e diversificata”.

La containerizzazione

Grande attenzione viene poste da AWS anche al tema della containerizzazione.  La gestione delle applicazioni in container può essere con o senza Kubernetes e, con AWS Fargate, anche in modalità serverless e quindi senza dover gestire server o cluster. Sull’ampiezza dell’offerta si punta anche nella parte database e per lo storage dei dati non strutturati, altri due ambiti in cui secondo AWS la filosofia “one size fits all” non va affatto bene e servono invece soluzioni ad hoc.

Scopri di più!

Miriade è stata tra i primi partner in Italia di Amazon Web Services e da diversi anni aiuta le aziende a salire sulla nuvola del Cloud per sfruttare tutti i vantaggi di questa tecnologia.

Per tutte le informazioni su Amazon Web Services visita la pagina dedicata e scopri il nostro servizio gestito Mir AWS.

Category:
  News
this post was shared 0 times
 000

Leave a Reply

Your email address will not be published.