Atlassian ha recentemente annunciato che a partire da febbraio 2024 cesserà il supporto per le licenze server. Questa notizia sta portando tutte le aziende, che utilizzano i diversi tool che compongono la suite, a iniziare il proprio percorso di migrazione dalle licenze server verso la versione cloud.

Nel 2020, Atlassian ha chiesto ai propri clienti passati dal server al cloud di raccontare le loro esperienze, tramite un sondaggio di Tech Validate.
Una delle nostre domande principali: quali sono i maggiori vantaggi di un passaggio al cloud?

Il 97% degli oltre 300 clienti intervistati ha affermato di aver già realizzato almeno un vantaggio dalla migrazione verso Atlassian Cloud.

Andiamo a scoprire i 4 vantaggi più citati:

Microsoft Power BI e Knime

Manutenzione più semplice

Quanto tempo, denaro e sovraccarico mentale spende un team IT per mantenere la sicurezza, i server e gli aggiornamenti di versione?

Secondo gli intervistati, il lavoro di routine per le attività di manutenzione occupa quasi la metà (44%) del tempo dell’IT ogni settimana. Di conseguenza, il 56% dei CIO afferma di non poter completare tutto ciò di cui l’azienda ha bisogno e il 74% afferma di rischiare di perdere il proprio vantaggio competitivo.

I risultati del sondaggio condotto da Atlassian si allineano perfettamente con questi dati. Il vantaggio più citato del passaggio al cloud è liberare il team IT dalle attività legate alla sicurezza, agli aggiornamenti e alla manutenzione. Con una configurazione on premise, l’IT gestisce tutto, spesso manualmente. Con il cloud, il partner fa il lavoro pesante di manutenzione, ridimensionamento delle risorse, aggiornamenti di sicurezza e correzioni di bug, consentendo ai team IT di concentrarsi su attività più strategiche come miglioramenti dei processi, supporto del team e pianificazione.

Per non parlare del fatto che il cloud riduce spesso i ticket di supporto di un ampio margine. Mensilmente i team IT gestisco una media di 500 ticket di supporto ogni mese, secondo uno studio di Zendesk: un calo significativo dei ticket è un altro modo in cui il cloud può aiutare a ridurre il carico di lavoro dei team tecnici.

Infine, c’è il lato della sicurezza. I fornitori come Atlassian, e la rete dei partner hanno team di sicurezza dedicati e requisiti rigorosi. I team interni non sono sempre così fortunati, con il 48% degli sviluppatori che afferma di non avere tempo da dedicare a gestire i problemi legati alla sicurezza. Ciò significa che, all’interno dell’azienda, tali problemi potrebbero essere depriorizzati. Con il fornitore giusto, sono prioritari.

Velocità e accessibilità

Nel 2018, il 76% dei leader ha affermato che la velocità di erogazione dei servizi IT è stata una delle ragioni principali per passare al cloud.

La velocità e l’accessibilità sono il secondo vantaggio più citato del passaggio da on-premise a cloud. Le garanzie di uptime, gli aggiornamenti automatici delle prestazioni e la scalabilità automatica contribuiscono ad avere sistemi più veloci, più disponibili e più accessibili. Per non parlare del fatto che una migliore produttività nel cloud significa che non solo i sistemi sono più veloci, ma lo sono anche i team.

Maggiore soddisfazione dei dipendenti

Quando si pianifica il passaggio al cloud, è facile concentrarsi sui vantaggi tecnologici: velocità, prestazioni, manutenzione. Ma il sondaggio afferma che l’aumento della soddisfazione dei dipendenti è uno dei maggiori vantaggi di una migrazione.

In che modo il cloud migliora la vita dei dipendenti? Per i team IT, la risposta riguarda la riduzione delle attività e nel sovraccarico mentale che il passaggio comporta, rendendo il loro lavoro più semplice e più orientato al business in un colpo solo. E a livello aziendale, i sistemi cloud più performanti, più veloci e più innovativi possono aumentare la produttività e ridurre la frustrazione dei dipendenti.

Invece di aspettare tre, sei o dodici mesi per gli ultimi aggiornamenti del server, i team cloud ottengono nuovi strumenti, correzioni di bug e aggiornamenti non appena sono pronti.

Prestazioni

Secondo un sondaggio, nel 2019 le prestazioni della rete sono diventate il motivo numero uno per passare al cloud. 

Perché il cloud funziona così bene? Innanzitutto, tende ad avere una bassa latenza (elaborazione di un volume elevato di dati senza ritardi da parte dell’utente) e un’elevata disponibilità (tempo di attività dei sistemi), due componenti essenziali per strumenti ad alte prestazioni.

Il motivo per cui il cloud lo fa così bene è che in genere archivia i dati vicino alla base di utenti (supportando la bassa latenza) e ha team dedicati 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Noi di Miriade siamo partner di Atlassian e sperimentiamo ogni giorno, internamente e presso i nostri clienti, i vantaggi di utilizzare Atlassian Cloud nella gestione dei team e dei progetti.

Scopri i nostri servizi per aiutarti a lavorare meglio e riguarda il nostro webinar dedicato ad aumentare la produttività dei tuoi team grazie ad Atlassian.

microsoft power bi e knime

I servizi per il Project Management di Miriade

servizi gdpr

Scopri come migliorare la produttività del team