Blog

  • +
    Tutta un’altra BI: come è cambiato il mondo della business intelligence
  • lavorare in miriade
    +
    Un pomeriggio in Miriade: il racconto di tre studentesse
  • tutta un'altra bi
    +
    Tutta un’altra BI | Padova 13 febbraio
  • +
    Marketing Intelligence: la business intelligence al servizio del marketing incuriosisce le aziende
  • +
    Una BI sempre più smart: linguaggio naturale e assistenti vocali
  • Orange Aperitifs
    +
    Orange Aperitifs: gli aperitivi d’innovazione di Miriade
  • chatbot customer_care
    +
    Chabot: customer care semplice ed efficiente che piace agli utenti
  • smart working persone processi
    +
    Smart working: persone, processi e tecnologie
  • trend business intelligence 2019
    +
    I trend della Business Intelligence per il 2019 secondo Qlik
  • +
    Miriade: come diventare la migliore azienda informatica dove crescere
  • CONFERMA ORA LA TUA PRESENZA _eyes on ransomware
    +
    Eyes on Ransomware: una settimana all’evento con Sophos
  • cyber security tendenze 2019 social
    +
    Cyber Security: le tendenze del 2019

Amer S.p.A.

STORAGE NETAPP, EFFICIENTE E COMPLETO COME IL BUSINESS DI AMER

LA SFIDA

Ampliare lo storage e semplificare la gestione dello spazio disco e delle risorse, integrando backup, replica e Disaster Recovery in un’unica interfaccia.

LA SOLUZIONE

NetApp

Architettura basata su FAS2240 e altre soluzioni NetApp.

BENEFICI OTTENUTI

  • Efficienza nello storage

  • Backup rapidi e flessibili

  • Semplicità di gestione

  • Scalabilità della soluzione

Amer spa

Fondata nel 1974, Amer Spa è una società a capitale privato con sede a Valdagno (VI) che produce motori a corrente continua, motoriduttori e una vasta gamma di sistemi di trazione utilizzati nella pulizia industriale, nella movimentazione merci, nelle apparecchiature medicali e nelle macchine automatiche e per il fitness. Certificata ISO 9001 e Vision 2000, Amer Spa impiega circa 140 persone e genera un fatturato di 37 milioni di euro all’anno, esportando prodotti in tutto il mondo. Per mantenere una leadership tecnologica e commerciale ha consolidato nel tempo l’Amer Energy Network, composto da otto team specializzati con competenze verticali e responsabilità di linee di business specifiche. La continua crescita del gruppo si basa su un commitment molto forte, sull’orientamento verso lo sviluppo e l’innovazione e su forti investimenti in ricerca e nuove tecnologie, comprese quelle informatiche.

LA SFIDA

Per festeggiare i quarant’anni di attività, Amer Spa ha deciso di rinnovare i suoi impianti e imprimere una forte accelerazione al business. In questa linea si pone anche la forte attenzione posta sull’innovazione dei sistemi informativi, che oggi si basano su due data center principali, posti a distanza ravvicinata e collegati in fibra ottica.

Presso i due siti si trovano numerosi server fisici e virtuali, collegati ai sistemi di rete e allo storage, che supportano servizi nevralgici per il business aziendale. Nel corso degli ultimi anni, con la crescita del business, l’intera infrastruttura ha iniziato a manifestare limiti strutturali. Come racconta Sergio Caile, IT Manager di Amer Spa, “i data center sono gestiti da Amer Spa, ma fungono da punto centrale in cui confluiscono attività di aziende consociate con il Gruppo. Questo richiede sempre maggiore flessibilità e migliori performance, oltre a sistemi di archiviazione, backup e restore e Disaster Recovery di altissima efficienza operativa”.

In passato, in numerose occasioni, i server aziendali e le applicazioni business critical hanno mostrato, tuttavia, momenti di downtime e rallentamenti, oltre a un progressivo esaurimento degli spazi disco. “Alla lentezza di accesso allo storage si affiancavano problematiche di backup e restore, che si rivelavano molto difficoltosi, non garantiti e privi di una ‘seconda copia’ di backup. Eravamo, peraltro, sprovvisti di qualsiasi sistema di Disaster Recovery”.

La scelta di NetApp è stata in un qualche modo ‘naturale’,
l’unica soluzione che unisse la completezza alla semplicità di utilizzo per le necessità quotidiane di un IT manager

Sergio Caile, IT Manager, Amer S.p.A.

LA SOLUZIONE

Per affrontare il processo d’innovazione richiesto, Amer Spa ha optato per le soluzioni di storage NetApp e la consulenza del partner Miriade. “Il primo importante step è stato l’adozione, fin dal 2009, della tecnologia NetApp che abbiamo affiancato al processo di virtualizzazione dei server. Oggi le macchine virtuali sono circa una trentina e supportano soluzioni dipartimentali, piattaforme gestionali e il sistema di posta elettronica. Lo storage include spazi di file sharing e archiviazione di file CAD, documenti Office e altri dati. In altre parole, c’è tutta la nostra azienda lì sopra”.

Con il passaggio, nel 2009, alle tecnologie di virtualizzazione, Amer Spa ha introdotto un primo storage NetApp, ipotizzando di costruire a breve un sito secondario per il Disaster Recovery, sempre in ambiente NetApp. Nel 2012, infatti, in concomitanza con il rinnovo dei contratti di assistenza, si è fatta spazio spazio l’opportunità di ampliare l’architettura informativa e lo storage, oggi basato su due macchine NetApp, un FAS 2240 e un FAS 2040. “Abbiamo puntato su soluzioni più performanti e capacitive. Sullo sfondo c’è sempre stata l’idea di realizzare un sistema integrato di storage, in grado di garantire moderni sistemi di replica, backup e Disaster Recovery, facilmente controllabili con un’interfaccia unica di gestione”, racconta Sergio Caile. La crescita esponenziale dei dati, in particolare legati alla comunicazione interna e agli account di posta, e dei sistemi di archiviazione elettronica e reportistica, ha richiesto maggiore capacità di storage e livelli di sicurezza e performance più elevate nella conservazione e accesso ai dati.

“Nel 2009 il livello era ‘embrionale’ e d’impianto generale, basato su un solo storage. Oggi, invece, disponiamo di due siti perfettamente integrati, in cui siamo riusciti a ricavare anche spazi di produzione per le ditte collegate. Con l’upgrade dei sistemi abbiamo fatto un vero salto in avanti, garantendo la replica di macchine virtuali, nuove funzioni di backup e introducendo anche una soluzione di Disaster Recovery”.

I BENEFICI OTTENUTI

Le tecnologie NetApp hanno risposto in maniera ottimale alle problematiche insorte con la crescita del business aziendale e hanno determinato benefici sia a livello di prestazioni sia nei servizi disponibili e di gestione complessiva dello storage. “I livelli di sicurezza sono aumentati: possiamo produrre una copia di backup dei dati ogni due ore o riattivare i sistemi presso un secondo sito, in caso di incidente sul primo, in meno di mezza giornata. Con la soluzione NetApp abbiamo ottenuto la semplificazione della gestione dello spazio disco e delle risorse, funzioni di backup e restore, replica dei dati e Disaster Recovery in un’ unica interfaccia”. La facilità e rapidità di accesso ai dati di replica e backup hanno ridotto drasticamente i rischi di perdita delle informazioni e aumentato le prestazioni generali del sistema IT aziendale. Oltre a questo, la tecnologia NetApp ha migliorato la disponibilità di spazio, grazie anche alla funzione di deduplica, che in alcuni casi è arrivata a far guadagnare il 60% dello spazio disco, e consentito maggiore flessibilità in fase di test di nuove piattaforme. “Grazie al procedimento dello Snap Mirroring riusciamo a spostare macchine virtuali da un sito all’altro e fare test, recuperando dati dopo fasi di aggiornamento delle piattaforme software non andati a buon fine o provando il ripristino di vecchie soluzioni. Inoltre abbiamo maturato grande flessibilità nel gestire i due siti – alleggerendo quello principale spostando dati o strumenti sul secondo quando serve maggiore potenza di calcolo nell’area principale della nostra produzione, oppure, viceversa, replicando sul secondo informazioni che servono alle aziende che si appoggiano a questo data center quando hanno bisogno di servizi dedicati. Complessivamente il progetto di adozione dello storage NetApp ha avuto un grande successo. Sono benefici che durano nel tempo, visto che finora non abbiamo mai avuto grandi problemi, neppure legati alla rottura dei dischi, cosa che in precedenza ci accadeva molto spesso”.