Blog

  • chatbot
    +
    Chatbot, la nuova frontiera dell’intelligenza artificiale
  • consigli di viaggio IT
    +
    5 viaggi per gli IT addicted
  • lavoro informatica veneto
    +
    Lavorare nell’informatica: una crescita quotidiana
  • consigli libri estate
    +
    Un’estate da IT: 5 consigli di lettura
  • decision making
    +
    Decision making: i dati sostituiranno i manager?
  • beacon app
    +
    Ubiika: il mondo delle beacon app su Digical Channel
  • big data visual thinking
    +
    Progettare il futuro, tra Big Data e Visual Thinking
  • applicazione raccolta fondi
    +
    Miriade e CIAI promuovono un’applicazione raccolta fondi solidale
  • lego serious play
    +
    Lego Serious Play: quando il gioco si fa serio
  • responsabilità sociale miriade
    +
    Relazioni e territorio, la nostra idea di responsabilità sociale
  • Fabbrica futuro Venezia Industria 4.0
    +
    Fabbrica Futuro Venezia: riflessioni sull’industria 4.0
  • corsi di informatica avanzata
    +
    Corsi di informatica avanzata: disponibile il nuovo catalogo Miriade

Come la spesa online trasforma la GDO

By Camilla Mantella 6 mesi agoNo Comments

Fare la spesa on line è comodo: presi dai mille impegni che affollano quotidianamente le nostre giornate, anche il tempo per passare al supermercato si riduce drasticamente. E così sono sempre di più gli italiani che durante le pause in ufficio – o tra una commissione e una pratica – prenotano pasta, sughi, frutta, verdura, carne e pesce che si faranno poi recapitare direttamente al proprio domicilio o che passeranno a ritirare nel punto vendita più vicino della propria catena di fiducia.

L’Osservatorio sull’e-commerce B2C del Politecnico di Milano ha evidenziato, all’inizio di quest’anno, che nel 2016 le vendite on line del settore food sono cresciute del 30% rispetto al 2015. Un dato impressionante, che conferma una tendenza a cui i maggiori player della GDO guardano con attenzione.

  • spesa online lidl

  • spesa online

  • spesa online

Spesa on line: Lidl Express

Lidl, ad esempio, ha appena lanciato a Berlino il suo primo Express Discount. Un negozio nel quartiere di Schoneberg dedicato ai prodotti freschi che i clienti possono passare ad acquistare, grazie alle casse click&collect, dopo averli ordinati direttamente su Internet.

L’iniziativa sembra avere un buon successo: l’integrazione tra universo fisico e mondo digitale – che rappresenta la sfida del presente e del futuro per tutte le catene che, specializzate nel commercio fisico, si trovano sempre più spesso a fare i conti con i colossi multinazionali dell’e-commerce – sta dando risultati positivi.

Chiaramente la nuova proposta ha richiesto degli sforzi di logistica e organizzazione che vanno oltre le pianificazioni tradizionali e che si basano su un massiccio ricorso alla tecnologia nella gestione delle richieste e della fase di vendita: piattaforme dinamiche che si aggiornano in real time e datawarehouse che siano in grado di gestire il carico dei flussi di dati sono indispensabili per garantire al cliente una nuova esperienza d’acquisto che sia soddisfacente e continua, senza intoppi nel passaggio tra digitale e fisico.

Miriade lavora da anni al fianco della GDO per sostenerne il processo di innovazione e cambiamento e ha maturato esperienze verticali nel datawarehousing e nell’integrazione di sistemi collaborando con, tra gli altri, Unicomm, Gruppo Pam e Aspiag – Despar.
Per saperne di più, contattaci.

Photo credits: Pixabay

Category:
  News .
this post was shared 0 times
 000

Leave a Reply

Your email address will not be published.