Blog

  • data governance
    +
    Data governance, quando a contare sono controllo, accuratezza e integrità
  • as one analytics
    +
    As One e il caso DWS protagonisti al Visualize Your World
  • google cloud summit
    +
    Google Cloud Summit H-FARM: il racconto
  • business case
    +
    Non ci sono case histories: quando l’innovazione è frenata dalla mancanza di referenze
  • big data algoritmi
    +
    Big Data, è ora di ripensare al potere degli algoritmi
  • google drive file stream
    +
    Novità Google: Google Drive File Stream
  • cena aziendale
    +
    Buon rientro!
  • novità informatica
    +
    Benvenuto Settembre! E’ tempo di novità informatiche
  • spazio-di-co-working
    +
    Co-working: come si sta trasformando l’ufficio condiviso
  • chatbot
    +
    Chatbot, la nuova frontiera dell’intelligenza artificiale
  • consigli di viaggio IT
    +
    5 viaggi per gli IT addicted
  • lavoro informatica veneto
    +
    Lavorare nell’informatica: una crescita quotidiana

Co-working: come si sta trasformando l’ufficio condiviso

By Camilla Mantella 2 mesi agoNo Comments

Di co-working se ne parla da anni. L’ufficio condiviso, di per sé, è tutto fuorché una novità. Ma lo scenario si sta evolvendo: da luogo preferenziale per il lavoro di freelance e startupper che muovono i primi passi nel mondo delle imprese, lo spazio di co-working sta diventando un’alternativa apprezzata anche da realtà medio-grandi, che cominciano a garantire maggiore flessibilità ai propri collaboratori e a dare loro la possibilità di lavorare in ambienti diversi da quelli di una tradizionale industria strutturata e centralizzata.

spazio-di-co-working

All’inizio era un ufficio condiviso per hipster digitalizzati: oggi uno spazio di co-working è molto, molto di più.

Le professionalità legate alla tecnologia, al web, al digitale e al mondo della creatività on line sono quelle che, più delle altre, si sono affezionate ai co-working e hanno contribuito al successo di un format che ha conquistato grandi città e piccoli centri urbani. In breve tempo gli uffici condivisi si sono trasformati in luoghi di interazione, aggiornamento continuo, scambio ed eventi.
Lavorare in uno spazio di co-working ha i suoi indubbi vantaggi: vantaggi preziosi anche per chi si occupa di Information Technology.

Networking

Il più grande beneficio del lavorare in uno spazio do co-working è l’opportunità di relazionarsi quotidianamente con altri professionisti che svolgono attività diverse dalle proprie ma che possono rivelarsi altamente stimolanti e contigue. Nei co-working nascono alcune delle migliori progettualità integrate, proprio grazie agli stimoli che solo scambi tra persone con interessi e background differenti possono generare.

Creatività e formazione

Uno spazio di co-working può diventare un piccolo distretto dell’innovazione. Solitamente questi luoghi sono popolati da giovani visionari e professionisti intraprendenti che hanno fiducia nel domani: un mix esplosivo che trasforma un ufficio condiviso nella realtà perfetta per ospitare incontri di aggiornamento, conferenze e momenti di discussione su temi all’avanguardia.

Apertura

I co-working sono uffici aperti. Aperti a nuove professionalità, a nuove proposte formative e, soprattutto, alla comunità esterna. Profondamente legati al contesto che li ospita, crescono in relazione con il centro che li circonda e il loro successo è direttamente proporzionale alla capacità che hanno di attrarre talenti e di restituire la loro forza creativa al territorio dove insistono e alla rete di contatti che riescono a costruire dentro e fuori di esso.

Siamo sempre più affascinati dall’universo in continuo cambiamento dei co-working e delle nuove modalità di lavoro “smart”. Ti invitiamo a continuare a seguirci su Facebook e LinkedIn per scoprire perché questi possono essere luoghi fondamentali anche per lo sviluppo dell’IT.

Photo credit: Flickr

Category:
  Miriade .
this post was shared 0 times
 100

Leave a Reply

Your email address will not be published.