Blog

  • trend it 2017
    +
    Cosa ci aspetta: l’IT del prossimo futuro
  • consulenza dba
    +
    DBA: istruzioni per la sopravvivenza quotidiana
  • oltre-uomo-inaugurazione
    +
    Oltre L’Uomo – L’inaugurazione
  • sala miriade thiene
    +
    Sala Miriade, spazio per la comunità
  • milearning raffaele gaito
    +
    Raffaele Gaito racconta MiLearning e svela i prossimi passi nello sviluppo della piattaforma
  • buoni propositi 2017
    +
    2017, i nostri buoni propositi
  • digital transformation piccole imprese
    +
    PMI, è tempo di digitale
  • data-science
    +
    Cos’è la data science e perché tutti ne parlano
  • playthechristmas miriade
    +
    PlayTheChristmas!
  • pgday2016 prato miriade
    +
    PGDay 2016: racconto della decima edizione
  • benefici e learning
    +
    Un apprendimento veloce e duraturo: i benefici dell’e-learning
  • articolo-big-data
    +
    AAA esperti Big Data cercasi

Quarta rivoluzione industriale, tra IoT e analisi dei dati

By Camilla Mantella 3 settimane agoNo Comments

Quando si vive immersi nel cambiamento, non è semplice definirne i contorni e guardare oltre la trasformazione per comprendere cosa riserverà il futuro una volta che la spinta al mutamento si sarà esaurita. E, allo stesso modo, non è facile nemmeno dare un nome a questo cambiamento: definirlo, infatti, significa iniziare a comprenderlo.

Eppure le profonde modificazioni che la ricerca e la tecnologia stanno imprimendo al nostro modo di produrre sono talmente significative che gli esperti non hanno esitato a chiamarle “rivoluzione”. Stiamo vivendo, di fatto, la quarta rivoluzione industriale, che promette di stravolgere il nostro rapporto con il lavoro e la concezione stessa della “fabbrica”.

La quarta rivoluzione industriale si caratterizza per la digitalizzazione dei processi produttivi: in parole povere, stiamo assistendo all’integrazione di tecnologie digitali nella fabbricazione di beni fisici.

Massimo Temporelli, Co-founder FabLab Milano

A fare la parte del leone, in questo particolare momento, è la tecnologia digitale. Strumenti pensati, testati e messi a punto nell’ultimo decennio e che ora si stanno facendo strada nei contesti produttivi di tutto il mondo. Stiamo affrontando il passaggio in cui il nuovo si fa standard e non è più così raro imbattersi in industrie che hanno inserito nei propri processi una, alcune o addirittura tutte queste tecnologie, traendone valore e vantaggio competitivo:

  • Tecnologie di produzione digitale o a controllo numerico, robot e sistemi di automazione;
  • Tecnologie di cloud computing e storage per l’archiviazione e l’elaborazione dei dati in cloud;
  • Tecnologie di raccolta dei dati ambientali attraverso sensori e di analisi dei dati attraverso strumenti di trattamento dei Big Data e di intelligenza artificiale;
  • Tecnologie dell’Internet of Things.

quarta rivoluzione industriale io big data

Ed è proprio l’Internet of Things ad animare un ecosistema tecnologico che fa della connessione tra oggetti e sistemi il suo centro. Da fonte Cloudera – la piattaforma per il trattamento dei dati basata su Hadoop e proposta da Miriade quale supporto ottimale per i progetti Big Data – al mondo le “cose” connesse sono più di 30 miliardi. Di queste, molte sono dislocate nelle fabbriche, dove generano dati che possono essere archiviati, elaborati e analizzati per fornire preziose informazioni al business.

Solo l’1% di questi dati, tuttavia, viene utilizzato correttamente: eppure l’IoT sarebbe in grado di garantire dei ritorni positivi enormi per le aziende, primo tra tutti l’abbattimento del 50% del tempo di inattività degli impianti grazie all’analisi e al monitoraggio degli input generati dalle macchine, che permetterebbero di programmare utili manutenzioni preventive.

Cloud computing, Big Data, IoT sono le parole d’ordine di questa rivoluzione: sei pronto a coglierne le opportunità?

Photo credits: Pixabay

Category:
  News .
this post was shared 0 times
 000

Leave a Reply

Your email address will not be published.