Blog

  • data governance
    +
    Data governance, quando a contare sono controllo, accuratezza e integrità
  • as one analytics
    +
    As One e il caso DWS protagonisti al Visualize Your World
  • google cloud summit
    +
    Google Cloud Summit H-FARM: il racconto
  • business case
    +
    Non ci sono case histories: quando l’innovazione è frenata dalla mancanza di referenze
  • big data algoritmi
    +
    Big Data, è ora di ripensare al potere degli algoritmi
  • google drive file stream
    +
    Novità Google: Google Drive File Stream
  • cena aziendale
    +
    Buon rientro!
  • novità informatica
    +
    Benvenuto Settembre! E’ tempo di novità informatiche
  • spazio-di-co-working
    +
    Co-working: come si sta trasformando l’ufficio condiviso
  • chatbot
    +
    Chatbot, la nuova frontiera dell’intelligenza artificiale
  • consigli di viaggio IT
    +
    5 viaggi per gli IT addicted
  • lavoro informatica veneto
    +
    Lavorare nell’informatica: una crescita quotidiana

Sanità, innovare e integrare i sistemi

By Camilla Mantella 8 mesi agoNo Comments

Parola d’ordine: innovare. Innovare l’offerta, le prestazioni, il rapporto medico-paziente. In fretta e bene, possibilmente. Nonostante gli scarsi investimenti pubblici, le difficoltà nell’orientarsi nella giungla delle proposte tecnologiche, i tempi della burocrazia che frenano l’adozione tempestiva di soluzioni capaci di portare valore, le riforme che spingono verso una fusione delle ULSS.

I sistemi informativi della Sanità pubblica sono chiamati a venire incontro alle esigenze dei pazienti, che chiedono servizi più rapidi e comunicazioni più efficaci con le strutture e gli addetti ai lavori, ad ascoltare medici, infermieri e personale sanitario, che desiderano tecnologie semplici ed immediate, a proporre sistemi integrati che si adattino ad aziende sanitarie articolate e di ampie dimensioni.

La frammentazione dell’offerta sanitaria, sia a livello nazionale che – a volte – persino regionale e la crescita esponenziale della domanda di prestazioni che viene da cittadini sempre meglio informati rende ancora più complicato il compito di integrare sistemi e metodologie.
Certo, molto è già stato fatto ed è davvero considerevole lo sforzo innovativo che è stato compiuto in numerose realtà, ma ora che la creazione di “super ULSS” è all’ordine del giorno (si pensi, ad esempio, al caso veneto) ciò che è stato fatto finora può non bastare.

innovazione settore sanitario

La selezione degli strumenti hardware e software è sempre stato un momento cruciale nel processo di innovazione tecnologica, ma lo è ancor di più ora che le riforme del sistema sanitario spingono verso una fusione delle aziende sul territorio: come armonizzare i sistemi di ULSS abituate a tecnologie diverse? Quali sono gli strumenti più adatti ad allineare gli storage, integrare i dati, garantire il corretto funzionamento dei flussi informativi, velocizzare le comunicazioni? La potenza e l’accessibilità del cloud (v. AWS e Google) e le soluzioni distribuite come quelle dei Big Data (v.Hadoop, Cloudera, Knime) possono essere efficaci chiavi di volta?

Il valore della consulenza Miriade è di essere flessibile e adattabile ai momenti di profondo cambiamento, come quello che sta vivendo la Sanità del territorio. Lavoriamo da anni nel settore e siamo pronti ad affiancare gli attori in gioco perché la transizione tecnologica e l’integrazione delle soluzioni già adottate avvenga in modo consapevole, informato, rapido e semplice.
Per saperne di più sulla nostra proposta in ambito sanitario, clicca qui.

Category:
  News .
this post was shared 0 times
 000

Leave a Reply

Your email address will not be published.